BIO

Nata e cresciuta in Svezia, dove si è laureata in Economia, mantiene un fil rouge con l’Italia sin dalla prima vacanza a Monterosso nel ‘94, seguita da quella invernale sulle montagne di Gressoney-La-Trinité e da un Erasmus a Firenze, fino al definitivo trasferimento a Milano nel 2012. Attualmente lavora come Content Producer per un’agenzia di viaggi, ma il suo primo amore rimane la cucina, tanto che nel 2013 apre un food blog che si chiama Citroncest, letteralmente “scorza di limone” in italiano, e nel 2016 partecipa all’edizione svedese di Masterchef arrivando tra i 25 finalisti.

Rubrica

La scorza di limone, suo ingrediente preferito, ben rappresenta il tipo di cucina che ispira Louise: la cucina svedese, sana, spesso vegetariana e gluten free, che trova il suo cuore in accostamenti non convenzionali. In linea con l’ormai riconosciuta creatività nordica, potrete assaggiare un curioso sushi di cavolo cappuccio, delle nuvole di drago con tofu marinato, oppure piatti nostrani rivisitati, come la tradizionale pizza napoletana che, al posto della comune crosta, sarà incorniciata dagli artici cavolfiori, o basilico e pinoli del classico pesto genovese saranno sostituiti da prezzemolo e pistacchi. Insomma un nuovo approccio culinario che, oltre a proporre nuovi sapori, quelli boreali, vuole essere sano e nutriente.